NOTA! Questo sito utilizza i cookie e tecnologie simili.

Se non si modificano le impostazioni del browser, l'utente accetta. Per saperne di piu'

Approvo

Come il lockdown ha influenzato la fruizione dei contenuti culturali

on Giovedì, 09 Luglio 2020. Posted in News

Stando a un’indagine (realizzata dal 18 al 21 maggio), nei mesi dell’#iostoacasa si è registrata una crescita di tv, libri (sia cartacei sia ebook) e musica. In generale c’è stato un incremento significativo dei consumi digitali e in streaming. Scarso, invece, il successo per gli spettacoli dal vivo in digitale e flop per le visite virtuali a musei e siti archeologici. Cresce la voglia di attività culturali legate al divertimento e al relax.
 
Per il Presidente di Impresa Cultura Italia-Confcommercio Carlo Fontana, “il digitale è stato il compagno di una fase difficilissima per tutti noi e ha dimostrato di poter essere, utilizzato con sapienza, un ottimo canale di diffusione della cultura. Ma alcune esperienze, come lo spettacolo dal vivo, difficilmente possono essere mediate da uno schermo. Per questo, ferma restando la possibilità di continuare ad utilizzare l’offerta digitale, crediamo che in breve tempo il pubblico tornerà a fruire di cultura dal vivo perché questo desiderio, anche durante il lockdown, non si è mai spento”.

La ricerca conferma che la chiusura di cinema e teatri, il divieto di assembramento, la permanenza forzata nelle abitazioni, ha fortemente inciso sulle pratiche di consumo culturale, azzerando completamente le esperienze dal vivo ed alimentando la fruizione domestica e via web. Il nuovo menù dei consumi culturali sembra così muoversi a differenti velocità, con una forte crescita dei consumi e dei servizi digitali e una profonda crisi dell’offerta dal vivo.

Venendo in particolare all’editoria, i libri hanno svolto un ruolo importante durante i mesi dell’#iostoacasa. Bene i libri cartacei, ma bene anche quelli digitali: l’8% dei lettori è passato in questi mesi all’ebook (staremo a vedere se in modo permanente).

(illibraio.it, 03/07/20)