NOTA! Questo sito utilizza i cookie e tecnologie simili.

Se non si modificano le impostazioni del browser, l'utente accetta. Per saperne di piu'

Approvo

EMERGENZA COVID-19

Neanche gli scrittori più visionari avrebbero potuto immaginare un tale scenario. Non addentriamoci poi nella vasta selva dei film di fantascienza, distopici, catastrofici che ci rimandano a città metropolitane desolate, al dilagare di pestilenze sconosciute che la scienza non riesce ad arginare, alla messa a dura prova della tenuta della civiltà. Siamo cresciuti con queste immagini di fiction, ma mai, probabilmente, avremmo pensato che certe situazioni avrebbero potuto toccare a noi, qui e ora.

Come nella migliore tradizione letteraria e cinematografica, alla fine però arrivano sempre i "buoni": sono magari persone ordinarie, semplici ma che, proprio in questi momenti, dimostrano una forza e delle capacità straordinarie. Per una volta, la realtà, in questo giorni, ha superato la fantasia: osserviamo uomini e donne che nel loro lavoro ordinario e quotidiano - medici, infermieri, commessi, volontari - fanno cose da supereroi. A loro il nostro personale ringraziamento.

Proprio per il rispetto che abbiamo di queste persone e delle regole imposte dal momento eccezionale, la Libreria resta ancora chiusa al pubblico fino a data da individuarsi. Essere chiusi non significa però che la Libreria non stia lavorando. Anzi: informiamo i nostri cari clienti che a partire dalla prossima settimana, 21/04/20, saremo nuovamente operativi con le spedizioni per ordini online, email e whatsapp.

Ci rivedremo presto!

Lo Staff di Libreria Alesso

NUOVA LEGGE SUL LIBRO

In piena emergenza covid-19, con le librerie chiuse per decreto e le case editrici in grande difficoltà, entra in vigore il 25 marzo 2020 la nuova legge sulla lettura, che molto ha fatto discutere nei mesi scorsi, in particolare per la novità relativa al limite di sconto consentito, che scende al 5%, come chiesto dai librai indipendenti.

Tra le novità introdotte, oltre alla limitazione agli sconti, che vale anche per l’ecommerce, l’introduzione del “patto per la lettura” (anche a livello locale), l’introduzione delle “capitali italiane del libro”, le iniziative nelle scuole e la “carta della cultura”: certo, resta da valutare la quantità, al momento limitata, di risorse economiche a disposizione.

Dopo l’approvazione alla Camera del 16 luglio 2019, il 5 febbraio 2020 la legge è passata al Senato (dove è stata approvata all’unanimità). Nonostante la richiesta di un rinvio, causa coronavirus, da parte dell’Associazione Italiana Editori, la legge è stata pubblicata in Gazzetta Ufficiale, e ora entra in vigore.

(illibraio.it, 24/03/20)

LETTERA DEL PRESIDENTE DEI LIBRAI SULLA RIAPERTURA

"Il libraio da sempre è un commerciante particolare, che vende beni ma soprattutto le idee che quei beni contengono, e attraverso il suo lavoro aiuta comunità, territori, a costruire una propria identità culturale e sociale". Sulla riapertura delle librerie si è aperto un dibattito tra gli stessi librai, alcuni favorevoli e altri contrari. In una lettera aperta, il presidente dell'Associazione Librai Italiani Paolo Ambrosini si rivolge ai suoi colleghi. Parla del lavoro che l'Ali sta facendo per garantire che l'apertura avvenga nel pieno rispetto delle norme sanitarie oggi richieste. E ricorda che "aprire non significa rinunciare agli strumenti emergenziali che il governo ha varato che sono confermati"

Per leggere tutto l'articolo clicca qui

(illibraio.it, 14/04/2020)